LINKEDIN: 5 TOOLS IMPERDIBILI!

12 settembre 2017

Non solo collezione di contatti della serie ‘ce l’ho, ce l’ho, mi manca’, Linkedin è molto di più: una piattaforma per fare content marketing professionale!

________________________________________________________

LinkedIn è il social network più usato nel settore B2B, nato come social per networking e job hunting, oggi diventa particolarmente interessante per attuare strategie di content marketing. Grazie alla sua stessa natura, infatti, è possibile entrare in contatto con categorie di professionisti ben definite e utenti di alto profilo. Il social è essenzialmente usato per fare personal branding, molto spesso in modo errato, va detto, ma anche per far conoscere la propria azienda a potenziali prospect. In entrambi i casi è possibile creare una strategia di content marketing grazie alle risorse interne offerte dal sistema. Ma per sapere cosa realizzare innanzitutto si devono conoscere bene gli strumenti che si hanno a disposizione. E proprio per questo motivo vi suggeriamo i cinque tool interni che i professionisti hanno a disposizione per fare content marketing con LinkedIn.

 

1 – LINKEDIN PAGINA AZIENDALE

È la pagina di presentazione di un’azienda, in cui è possibile condividere notizie e informazioni sulla propria realtà imprenditoriale, sui prodotti e servizi. Per molti è solo una vetrina, allestita in maniera approssimativa e senza carattere. Grande errore. Curare e arricchire costantemente la propria pagina aziendale è importante per presentare i propri progetti e cercare eventuali collaboratori o persone interessate a lavorare con la propria azienda.

In questo caso, ciò che occorre pianificare è il target di riferimento. Chi voglio attrarre? A chi mi sto rivolgendo? E, soprattutto, cosa voglio condividere? Sicuramente ricerche e analisi relative ad un problema legato al settore di riferimento dell’azienda, inserendo le tue opinioni per suscitare una discussione intorno al tema, ma anche articoli da fonti autorevoli (preferibilmente non competitors), immagini e infografiche.

2- LINKEDIN SLIDESHARE

LinkedIn Slideshare è un sotto-canale di LinkedIn dove è possibile elaborare e condividere slide di ogni tipo. Potremmo descrivere le slide come una sorta di infografica più articolata, capace di affrontare, spiegare, presentare contenuti legati alle tematiche più disparate.

Cosa puoi condividere? Sicuramente presentazioni dell’azienda formato video, video-conferenze e registrazioni, video degli influencer del tuo settore. Inoltre, raggruppando i contenuti in differenti categorie, potrai inserire le tue presentazioni nella tua pagina aziendale, ma ricordati sempre di linkare il tuo sito web ufficiale nelle tue slide per aumentarne il traffico.

3 – PUBBLICARE SU LINKEDIN

LinkedIn è la più importante piattaforma professionale: questi contenuti sono letti da CEO, imprenditori, top manager e professionisti di ogni settore e livello. Pubblicare su LinkedIn dal proprio profilo professionale è fondamentale per aumentare il proprio personal branding, la rete di contatti e le opportunità di business. Cosa puoi pubblicare? Trend del mercato, lezioni e altri corsi, eventi professionali.

4 – I GRUPPI

I gruppi sono uno dei punti di forza di LinkedIn, spesso sottovalutati. Tuttavia in nessun altro social network funzionano così bene. Forse perché qui hanno veramente ragione di esistere? Yes! Del resto, si sa che la crescita professionale passa attraverso la condivisione di esperienze, gli aggiornamenti e, soprattutto, il confronto con i colleghi. I gruppi assicurano tutto questo e, allo stesso tempo, permettono di migliorare la propria web-reputation e costruire una leadership di successo. Come interagire sui gruppi? Assolutamente evitando contributi autoreferenziali. Piuttosto partecipa alle discussioni e condividi i tuoi contenuti quando sono coerenti e possono apportare valore aggiunto alla discussione.

5 – LINKEDIN ADS

Linkedin Ads è il programma pubblicitario del social network professionale LinkedIn. Attivo ormai da anni, a metà del 2012 LinkedIn Ads integra la lingua italiana, entrando nel novero degli strumenti di advertising dei social media come Facebook Advertising. A differenza del programma pubblicitario di Facebook, il LinkedIn Ads italiano si orienta più nel B2B. Gli aggiornamenti sponsorizzati possono aiutarti a coinvolgere pool mirati di membri con contenuti rilevanti e personalizzati estendendo la loro portata oltre la base dei follower. Cosa puoi sponsorizzare? Veramente tanto: news relativamente alla tua impresa, statistiche, casi studio, slide e molto altro. Inoltre è possibile reperire dei coupon-test da 35 euro, allora perché non provare?

Leave a Comment

*Please complete all fields correctly